Raccoglitori    Riciclatori    Impianti di Trattamento
Imprese/PA    Officine   


Imprese/PA
Produttori/Importatori
Raccoglitori/Riciclatori
Trasportatori
comunicazione
IN PRIMO PIANO

COBAT AD ECOMONDO 2009


Il Cobat nella raccolta delle batterie al piombo esauste porta ancora una volta l’Italia ai primi posti in Europa
26/10/2009

RIMINI 28-31 ottobre 2009 - Stand 125  Padiglione D3

 

Il Cobat, Consorzio Nazionale Batterie Esauste, sarà presente ad Ecomondo, Rimini nei giorni 28/31 ottobre 2009 la più importante Fiera del panorama italiano sull’ambiente. Una partecipazione significativa che quest’anno, a seguito dell’emanazione del D.Lgs. 188/08, in recepimento della Direttiva 2006/66/CE, lo vede pienamente legittimato ad operare su tutte le categorie di rifiuti di pile ed accumulatori, in un nuovo scenario che, diversamente da ieri, prevede la coesistenza di più operatori sul territorio nazionale.

 

I risultati raggiunti in vent’anni di attività di raccolta del Cobat rendono il nostro paese già largamente in linea con gli obiettivi previsti dalla legislazione sul settore delle batterie al piombo. Molto però c’è ancora da fare nel settore delle altre batterie, in particolare delle portatili, per le quali si attendono ancora disposizioni attuative.

Tuttavia, anche nel settore delle portatili, il Cobat forte dell’esperienza maturata con i progetti pilota della Provincia di Lecco, del Parco Nazionale del Gran Paradiso e della città di Venezia si propone di collaborare anche con altri sistemi di raccolta e riciclaggio, facendo in modo che l’Italia possa far affidamento su un’organizzazione sinergica in grado di poter affrontare con capacità le sfide del futuro.

Di questo e di altri progetti si parlerà al convegno “ENERGIE A RACCOLTA IL COBAT C’E’. Pile e batterie da imputate a protagoniste” che si terrà mercoledì 28 ottobre 2009 alle ore 15 presso la Sala Congressi – Diotallevi 2 all’interno di Ecomondo. A contribuire all’incontro sono stati chiamati i rappresentanti dell'intera filiera delle pile e degli accumulatori: Fiamm e Johnson Controls, per le imprese che svolgono attività di fabbricazione/importazione di accumulatori al piombo; Anco e CNA, in rappresentanza delle aziende che ne effettuano la raccolta, la vendita e la sostituzione; Eco-bat, infine, per le imprese che ne effettuano il riciclo. Inoltre, a testimoniare l’importanza della collaborazione con gli Enti Pubblici, sarà presente l’Assessore all'Ambiente della Provincia di Lecco, Carlo Signorelli e al termine dei lavori è previsto l'intervento del Presidente della Commissione Ambiente del Senato della Repubblica, on. Sen. Antonio D'Alì.